LA CAMPAGNA
Sesso, l'urologo: «Per i ragazzi sindrome da prestazione per abuso di porno on line»
Sesso, l'urologo: «Per i ragazzi sindrome da prestazione per abuso di porno on line»

«Il rischio che i nostri ragazzi corrono navigando sui siti pornografici è quello di assistere a modelli non normali di sessualità. Sessualità che è fatta di eiaculazione precoce almeno nel 30% dei casi, e di dimensioni del pene che non sono quelle di Rocco Siffredi».

A dirlo Luca Carmignani, responsabile ufficio Ricerca della Società italiana di urologia (Siu), oggi a Roma a margine della presentazione di una campagna di prevenzione delle malattie maschili. L'uso di siti porno si lega dunque a «una conseguente sindrome da prestazione e alla ricerca di farmaci contro l'impotenza o l'eiaculazione precoce su internet, con tutti i rischi di non sapere che cosa contengono questi prodotti, venduti a prezzi bassissimi. Ma chi ha una sessualità normale, non ha bisogno di questi medicinali. Solo l' urologo può individuare problemi fisici eventualmente da trattare farmacologicamente», avverte.

Martedì 13 Marzo 2018, 14:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA
DIVENTA FAN DI LEGGO
staibene.it